lunedì 13 maggio 2013

DEDICATO A TE............


Ed eccomi a raccontare quella che forse è stata l'esperienza di gara più emozionate e nella quale ho creduto dal giorno che me l'avete proposta.
Tutto parte proprio da quel giorno, quando me ne avete parlato e dove subito ci siamo entusiasmate per questa competizione originale.
Peccato che poi la vita a volte non procede come si crede e, anche se il sogno in parte è stato spezzato, ci abbiamo creduto ancora con maggior convinzione perché questa gara doveva essere "dedicata a te"...........
Inesperta sulle 2 ruote dovevo affrontare una sfida per nulla facile. Con impegno e dedizione, dapprima con lo spinning nel periodo freddo, e poi con le tante salite affrontate nei pochi giorni di non pioggia, è arrivato il giorno!

Le tante pedalate condivise con te attraverso i miei messaggi o mms con le foto di dove riuscivo ad arrivare in bici, la tua sincera felicità nelle risposte, i tuoi incitamenti, mi hanno fatto credere a questa avventura che mi sembrava "pazzesca".
Così ieri, in una giornata fredda e imprevedibile, abbiamo portato a termine e con successo la tua gara, quella che avresti dovuto affrontare da Iron; quella che la tua amica Marta, ieri mi ha detto, avevi tutte le qualità per farcela; quella che ti aiuteremo a fare da protagonista il prossimo anno, come tu hai permesso a noi di esserci ora!!!

1^ edizione di questa competizione nello spettacolare scenario della Val Formazza.
Silvia, Greta ed io le 3 staffettiste, rispettivamente per la corsa, lo sci e la bici.

Prima a partire sarò io con la bici alle 8:30 dalle Terme di Premia all'ombra delle montagne ancora senza sole e con un aria tutt'altro che piacevole.
eccomi la 1^ sulla destra
Per volere dell'organizzatrice le poche donne partono in prima fila.
Dopo quasi 5 km di lancio dietro l'auto apri gara, si parte per i restanti 15 km quasi tutti in salita. Un bel gruppo subito si stacca ed io comincio il controllo delle mie forze ancora incerta su come si comporterà il mio fisico dopo una settimana di influenza e una bella bronchite ancora presente.
Ma non ci penso, come mi hai detto tu, controlla la tua fatica e fai la tua gara.
Pedalo concentrata e ogni tanto appare Furio che ci sta seguendo in auto e scatta un sacco di foto.
Ecco arrivare i primi 10 tornanti, quelli della vecchia strada dove ormai le macchine non passano più. Li affronto bene incitata da un gentile ciclista poco davanti a me.
Appena arrivo in cima inizia una parte non troppo impegnativa che ci porta a Valdo, dove però un vento freddo si fa sentire.

In pianura perdo di vista i miei compagni ma dietro con c'è nessuno ancora di troppo vicino.
Passato il centro abitato ricomincia la salita dura e la concentrazione a respirare bene anche se i miei polmoni sono un pò malconci.
Si avvicina l'ultima parte, quella tosta, quando le gambe cominciano a farsi sentire.
Gli ultimi tornanti e le gallerie prima di vedere la fine.
Furio coglie l'attimo dello sforzo massimo nel passaggio della penultima galleria con davanti Dario che nel frattempo mi ha raggiunto anche perché prima si è trattenuto dovendo fare tutta la gara nelle 3 fasi.

Qui ho cercato il tuo aiuto più volte e sono sicura che mi hai dato la forza per spingere sulle gambe ormai stanche.
E finalmente dopo 1:06'41" arrivo in cima sopra la cascata del Toce per dare il cambio a Silvia che percorrerà circa 7 km di corsa sino alla Diga di Morasco.









Eccola che mi aspetta per darle il cambio e parte veloce per la tua gara.
Un vento freddo mi colpisce subito e così decidiamo di vestirci e spostarci al Centro del Fondo a Riale dove arriverà Silvia e dove ci sarà il raduno finale per le premiazioni.
Sempre infreddolita in compagnia di Furio ci incamminiamo per andarle incontro e poco dopo la vediamo arrivare in compagnia di Chiara.

Bello saperti contenta della tua prestazione e che anche tu hai confidato nel suo aiuto e grazie per avermi dato la possibilità di far parte della squadra,
Adesso Greta sta affrontando la sua fatica, 1100 mt di dsl sviluppato in circa 7,5 km per raggiungere il Rifugio 3A
con il tempo che comincia a peggiorare e dove quasi in cima comincerà a nevicare. A lei la parte più dura che sapevo avrebbe affrontato da vera guerriera quale è e che ha consolidato, con ulteriore vantaggio, la nostra 3^ posizione.
Finalmente verso le 14, sotto una nevicata di maggio ed una temperatura rigida, arriva sorridente e stanca per la difficile prova e, come vedete dalla foto in testa, siamo sul podio, inaspettato ma contente che dedichiamo a te...........con tutto il cuore, perché parte di quel podio è tuo, perchè su quel podio il prossimo anno ci sarai tu e perchè ci hai dato la forza di arrivarci.

4 commenti:

Furio ha detto...

Bellerrime e granderrime !

mjaVale ha detto...

complimenti Ragazze!!!!

Kikko ha detto...

Leggendoti si capisce che deve essere stata un esperienza bellissima..brave davvero!

P.S. Il fotografo personale al seguito con la tua auto non ha prezzo;-)

La Polisportiva ha detto...

Bravissime! e che grinta...