giovedì 7 febbraio 2013

TENSIONE EVOLUTIVA

.....già, come la nuova canzone di Jovanotti.

Oggi mi guardavo le mani, la pelle un pò raggrinzita, dovrei metterci la crema ma me ne dimentico sempre. E lo smacco di essere "magri", alla fine si vedono di più le rughe e i piccoli difetti. 
Mentre chi ha qualche kilo in più si lamenta per altro, non saremo mai contenti del nostro aspetto, credo!
Ma a chi piace invecchiare?
Forse io ho sempre avuto fin troppo la fissazione del fisico asciutto, mi è costato caro, nella mia testa questa mania di ricerca della perfezione mi si è rivoltata contro.
A dire il vero forse era più una ricerca di attenzione, credere che per qualcuno fossi importante.
Anche essere aiutati nei momenti di difficoltà rende la sofferenza meno pesante ed in questo ci provo.
Il tempo passa e nulla può essere cambiato, siamo gli artefici del nostro futuro. Chissà dove sarei se non avessi questa mia apparente determinazione, anche se poi non ho ancora capito se sia un pregio o un difetto.
Certamente mi ha reso fredda e diffidente ed anche quando mi sento in pace con me stessa non sempre riesco a sotterrare l'ascia di guerra.
Difficile spiegare ciò che nemmeno si capisce.....
Il tempo passa e spero che qualcuno mi aspetti alla stazione finale di quel treno sul quale sto viaggiando.........

5 commenti:

andrea dugato ha detto...

siamo artefici del nostro futuro
questa è la chiave per aprire tutte le porte delle nostre incertezze
ma ogni elemento di debolezza è anche la chiave per farci diventare forti
dunque non disprezzare ciò che ti ha reso forte e ciò che ti ha logorato, perchè entrambi servono per far uscire il tuo vero io
il corso naturale dell'acqua non è un tubo liscio e tondo, ma quello che penso tu veda ogni giorno vicino a casa tua, il torrente!

Furio ha detto...

Bel post e bel pezzo musicale. Un lungo viaggio per i più fortunati. Del presente gli artefici siamo noi, giorno per giorno e cosa possiamo fare se non accettare ed amare la vita stessa? Anima e corpo, siamo quello. Notte

Furio ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Patty ha detto...

@Andrea: già proprio un torrente molto tortuoso.....

@Furio: ho capito non è che devi postare 2 commenti :-P

Anonimo ha detto...

In effetti noto sui visi di molte donne runner molte, troppe rughe in rapporto all'età che hanno.
Fare sport in eccesso porta a una differenza di età di 30 anni fra lato A e lato B di una donna: ovvero una quarantenne vista da dietro dimostra 25 anni anni, ma quando si gira ne dimostra 55!
Questo vale anche per gli uomini, ci sono dei quarantenni che sembrano più vecchi dei loro padri.
Credo che il giusto stia nel mezzo: 3 ore a settimana, 20-30 Km, senza esagerare.