lunedì 29 marzo 2010

ALLENAMENTI da 22/03 al 28/03.....

Lunedì: 50' di corsa in progressione media 5'20"
Martedì: Giro del Lago di Mergozzo in bici ( pausa pranzo) 45'
Mercoledì: 1 ora di spinning
Giovedì: 40 vasche piscina ( pausa pranzo)
Venerdi: riposo
Sabato: sono andata a trovare la mia "adorata nonna" a Forno in Valstrona IN BICI: paesino a circa 900 mt. di altitudine........
1h25' di salita ( a tratti facile e a tratti impegnativa) e 50' di discesa ( mi sono vestita un pò poco e stavo congelando c'erano solo 11°)
+ 42 vasche piscina pomeriggio tardi
Domenica:
PER LA PRIMA VOLTA provato 10 km di corsa con qualche allungo......tempo totale 55'30"
Ironia della sorte??????????????????????
i plantari mi hanno provocato una bella vescica al piede destro ( precisamente sull'arco nella parte interna)

Mi era capitato già lunedì ma ho pensato di averlo inserito male i INVECE mi è ricapitato e dunque...........................che fare???????????
Non avendo mai provato a correre oltre i 35/40', ultimamente, non sapevo come si comportassero ma, mi sorge il DUBBIO che forse non sono molto adatti alla corsa questi plantari.
A dire la verità mi era già venuto il dubbio in quanto sono un pò rigidi e poco deformabili e inoltre sentito parlare (come da Franca) che i suoi sono in silicone, forse forse HO SBAGLIATO FORNITORE.
UFFA' e adesso cosa faccio?
1) Provo a tenerli durante la giornata e correre senza?
2) Faccio gli straordinari ;-(((( e me ne vado a fare un altro paio da qualcuno + competente?
3) ...............................a voi l'alternativa!!!!!!!!!!!!!!!!!
ciauuuuuuuuuuuuuuu


17 commenti:

kaiale ha detto...

bici..corsa.... nuoto...
evvai con il triathlon!!!!!!!

KayakRunner ha detto...

Io con le vesciche ho imparato a convivere. Prima di ogni corsa copro i piedi e le dita col nastro telato. E' un pò una palla, ma ti assicuro che funziona ottimamente.

the yogi ha detto...

certo che è un bel dilemma.... nel mio caso continuerei ad usarli nel quotidiano, per la corsa opterei per i già collaudati spenco, del tutto simili ma più sottili.....

insane ha detto...

Non saprei.. ci sono persone a cui serve un periodo di adattamento,sapevo,e all'inizio questi fastidi si possono presentare..
Io andrei avanti,se la situazione è sostenibile,terrei duro un attimo per farmi un'idea precisa prima di bocciarli...
In alternativa valuterei un'altra situazione,comunque un plantare che alle prime corse porta qualche vescica non è necessariamente una cosa strana..

Marco Bucci ha detto...

Patty evidentemente quei plantari sono per camminarci normalmente tutti i giorni...
In questo caso mi sa devi comprare la scarpa con un numero superiore...
Io per un bel periodo sono andato (e riandro') con le scarpe da runner al posto delle normali.
Dai non mollare... per la vescica usa il compeed "cerotto", e' eccezionale, una seconda pelle...
Ciao

Ercole77 (Michele) ha detto...

per i plantari tempo fa mi ero rivolto a un tecnico che come ha saputo che erano per correre mi ha mandato a stendere....nel senso che i materiali cambiano tantissimo e lui non era coperto (è stato onesto).
Potrebbe essere il materiale che non è idoneo a supportare il piede dinamicamente.

Per le vesciche uso i cerotti della Compeed che trovi in farmacia (idrocolloidali)...costano una botta ma sono davvero una seconda pelle.

ciao

GIAN CARLO ha detto...

Per me come dice Marco le scarpe son diventate strette ...forse cambiare scarpa è + economico che cambiar plantare.
Se fai gli straordinari, poi come trovi il tempo per tutti questi bei giri che fai ?

Lucky73 ha detto...

io cambierei il titolo in "pedala e nuova che ti passa" :-))))) ...scusa Patty eh eh ....

Io ho deciso di ibernarli e cominciare dai primi di agosto finita la stagione ....troppa paura di cambiare postura proprio ora che iniziano le gare...e poi mi stava venendo male ai tibiali (tutti e due) e sto un po' tremando....

Lucky73 ha detto...

pedala e nuota non nuova :-))

Patty ha detto...

@yogi: dove trovo info per gli spenco?
@Marco: forse hai ragione perchè nelle altre scarpe 1/2 num. in + non succede :-(((
@Ercole: hai ragione pure tu perchè mi sa che non sono appopriati per la corsa e io l'avevo detto che correvo OVVIAMENTE..........poco onesti direi.......

Patty ha detto...

@Gianca: gli straordinari li faccio di notte ih ih ih :-))))))))))
@Lucky: non è che mi piaccia molto nuotare meglio invece per la bici MA CI SONO COSTRETTA piuttosto che stare ferma :-((((

Pimpe ha detto...

da come dici sembrerebbe che i plantari ti scaldino il piede.. non senti se va in temperatura..??
bella la salita a forno.. !

the yogi ha detto...

http://www.digi-instruments.it/

Alberto Bressan "Pasteo" ha detto...

Allenamenti tosti io direi e per quanto riguarda i plantari non saprei dirti...ma chi te li ha consigliati non può aiutarti?

franchino ha detto...

Ciao Patty, di solito i plantari necessitano di una scarpa di mezzo numero più grande. E' normale che li senta un pò rigidi, però dove li hai fatti gli hai detto che ti servivano a uso sportivo?

Furio ha detto...

Sei una sportivona!!!
Bravissima, tu si che non molli mai!
Sui plantari non so darti consigli, ma vedo che qualcuno te ne ha dati :-)
Un abbraccio e continua così, sono davvero contento per te, ciao!

Patty ha detto...

@pimpe: in temperatura?????? che cosa vuol dire......
@Furio: tengo le dita incrociate.....