venerdì 8 giugno 2012

PENSIEROSA INSICUREZZA....

in attesa della Lagoni di Domenica testo la forma!!!
è andata bene ieri sera il giro del Lago di Mergozzo, sotto una pioggerella fine e umida, in compagnia di Furio che prova l'incerottatura salva-tendine appena applicata.


Oltre 15km. di corsa svelta ma facile, l'andatura dove sembra di poter correre all'infinito anche se la leggera progressione finale mi ha stancato abbastanza.

Forse come dici tu, sarà che questo tempo decisamente ha "rotto", ma non ho una gran voglia di fare fatica, starei sdraiata in un prato a contemplare il cielo, ho la testa spenta sul tasto off, niente stimoli, niente emozioni, solo ruotine e impegni, solo giorni fotocopiati da mesi, solo orari da rispettare e senza potersi permettere niente di più del minimo indispensabile.
Sarà questa insicurezza per il futuro, il dover rinunciare sempre o quasi perchè devi fare affidamento solo su te stesso........da una vita!
Sono pessimista? Certo che a paragonarsi con chi sta davvero male ci farei una figura meschina, ma qui si parla di me e non degli altri, si parla di corsa e non, a volte sono carica e a volte non lo sono.
Quando sono così vorrei nascondermi in una caverna per non dare fastidio a nessuno perchè so di essere intrattabile.
Me la sono cercata e ora non mi dovrei lamentare, sarà un momento, passerà presto........e intanto almeno corro, che non è poco, senza particolari problemi, forse un pò meno veloce degli ultimi 2 anni ma sicuramente più resistente che si addice a quello che mi sono prefissa per i prossimi mesi.
Corri che ti passa................anche se a volte vorrei cambiare questo titolo del mio blog!!!

STASERA

serale e Gravellona Toce alle ore 20:00, ritrovo Oratorio vicino P.za del Municipio per la Corsa del Funtanin di circa 6 km.

10 commenti:

Luca "Ginko" ha detto...

Elucubrazioni mentali al femminile.. che dire.. corri che ti passa :-)

Pimpe ha detto...

mi associo a Luca.. corri che ti passa... p.s. poi il trucco e' accellerare.. correre piu' veloce passa prima... fidati , me l'ha detto un amico giamaicano...

Daniele ha detto...

caro vecchio pessimismo, quanto rende piú dolci le gioie inattese ;)

Furio ha detto...

Corri che ti passa penso non sia più attuale.

Patty ha detto...

@Luca: siamo sensibili e insensibili :-O

@Pimpe: non credo così ti perdi il bello e poi il giamaicano si fuma qualcosa sennò!!!

@Daniele: certo una è quella di conoscerti domenica :-D

@Furio: già lo so!

Kikko ha detto...

Cambia il titolo...e metti quello ti sei adesso...
Salutoni da Oleggio:-)

margantonio ha detto...

quante volte io come tanti abbiamo utilizzato la corsa come "sollevazione" dai pensieri. all'inizio corri piano e non riesci a lasciarli dietro poi quando finalmente sei caldo li stacchi e via, entri in simbiosi con quello che ti sta attorno senza la loro presenza

theyogi ha detto...

osservazione interessante: magari siamo ad un punto che serve una svolta vera, qualunque essa sia....

La Polisportiva ha detto...

tranquilla, capita a tutti..
Per me è tempo di cambiare tipo in "corri che ti sorpassano", che poi è assolutamente vero.., no? ;-)

Daniele ha detto...

solo nuvole passeggere, giusto?