lunedì 23 maggio 2011

LA MUCCA BIANCA E TANTE RISATE........

Eccomi a raccontare un gran fine settimana vario e divertente.
Il titolo del post è un messaggio subliminale.........
A parte l'assenza di Mattia 3 giorni che, comunque, mi ha permesso di gestirmi il tempo come meglio desiderassi, il tempo è volato via .................
Come  da programma niente serale ad Arona venerdì causa dolorino al fianco e così ritorno in piscina e nuoto 1250mt.
Alle 21 vado alla riunione organizzata dal Corso di Corsa di Verbania dove sono presenti: un medico sportivo, un ortopedico, un preparatore atletico, un fisioterapista, un radiologo e Alfredo nonchè coach del Corso e "più che discreto" runner locale.
Il tema è: la Maratona a 360°", si parla di patologie da sovraccarico come prevenirle e come curarle. Sicuramente nella prevenzione i punti importanti sono sempre: allenamenti adeguati, tecnica di corsa dove è emersa l' importanza della Core Stability ( addominali allenati soprattuto il trasverso dell'addome, non ero nemmeno a conoscenza della sua esistenza....) e, altra cosa fondamentale, l'uso dei piedi e delle caviglie. Questo certamente per correre meglio e incappare meno in problemi muscolari e tendinei.
Fondamentale una giusta alimentazione che, se varia e sufficiente, non necessita di alcuna integrazione.
Premesso che siamo tutti atleti "non pagati" e che lo scopo principale del nostro sport è quello di stare bene e divertirci, l'argomento sul quale i medici hanno insistito maggiormente è stato quello di affidarsi a loro sempre quando si hanno problemi e non cercare di curarsi da soli.
Internet e quant'altro sono una grande fonte di informazione ma il fai da te in alcune patologie è assurdo e alla fine ci porta a spendere molti più soldi. Giustamente, una visita da uno specialista "serio e capace" che ti indirizzi sulla terapia o sull'esame da fare PRIMA di iniziarne una qualsiasi , magari per sentito dire dall'amico che ha avuto lo stesso problema, è la cosa più intelligente e diretta.

Sabato lungo giro in MTB di 32 km su percorso misto ma abbastanza pianeggiante e la sera una bella cenetta a casa mia con Kikko, Roby, Furio, mio fratello e mia cognata. Grande vino francese ma senza esagerare..............domani si corre!!!

Domenica presto si parte per la Monteregio Ecotrail: Furio, Walter ed io. Arriviamo di buon ora, caffè e incontro col mitico Andò che paparazza tutte le donne che incotra.........

Io, iscritta alla 21 farò invece la 10....
Eccomi nella mischia alla partenza con a fianco Mauro che mi spronerà e mi farà tenere un ritmo troppo intenso tant'è che tra saliscendi, prati, boschetti e un guado si corre. Il fianco sembra non dolere più di tanto e sono contenta di provare la "fatica vera" quella che solo in gara assapori e stramaledisci......................ma che ci piace tanto!!!
Siamo un gruppetto di  persone, intorno all'8° km sbagliamo strada, cartello girato sbagliato e nessuno a segnalare. Invece di scendere e tornare nel paese, risaliamo sù per salita fatta precedentemente e la seguente discesa che ci riporta sulla strada asfaltata, ci accorgiamo di aver sbagliato anche perchè ormai siamo quasi al 10° e dovremmo essere già all'arrivo. Scendiamo a sx e corriamo sull'asfalto fino al raggiungimento del centro di Ghemme................peccato che siamo arrivati dalla parte opposta dell'arrivo, quindi niente applausi e niente foto ;-D....................
Bhè pazienza....però ancora non ho ben capito quanto realmente fosse lunga, perchè c'è stato chi ne ha fatti meno di 9, chi poco più, chi come noi 10,5 e qualcuno addirittura 13 ahahahahha!!!

Però emozionante tornare a correre con grinta anche se purtroppo il fianco ha ripreso a far male.................
Un pò di coccole in settimana e del ghiaccio gli saranno graditi.
Walter ha portato a casa degnamente i suoi 21 km divertendosi mentre
Furio, già preoccupato per la sua schiena, dopo un grande inizio tra le prime posizioni ha ceduto per non doversene poi pentire.


10 commenti:

Kikko ha detto...

La mucca bianca come al solito quando corre si colora di rosa:-)

Oliver ha detto...

Il concetto è+ perfetto, ma il "difetto" di rivolgersi a specialisti "seri e affermati" è che troppo spesso lucrano sui tuoi infortuni, tirando in lungo con sedute costose in loro strutture o palestre, onerose e spesso evitabili. E' questo, anche, che toglie la fiducia di chi si affida a loro. Ma non sono tutti così per fortuna.
Che vino francese era?

Furio ha detto...

Mai nessuno mi aveva dato della mucca bianca... un messaggio subliminale per te, non è molto bella la foto in testata al blog, mettine una più panoramica ;-D

GIAN CARLO ha detto...

Cambiano le latitudini e le abitudini, ma i weekend di chi ama la vita son sempre a 100 all'ora.
Bellissima la foto ad apertura blog.

Patty ha detto...

@Kikko: rispondi a Oliver sul vino per favore ;-)))
.......e non prendetemi in giro!!!

@Oliver: hai ragione però a volte facciamo un sacco di sedute dal fisio e risolviamo ben poco!

@Furio: cerca di tornare orso bruno che è meglio ihihih

@Giancarlo: bellissima la foto vero?

Kikko ha detto...

@Patty
Ad Oliver ho mandato foto della bottiglia...a te dico ancora grazie e a Furio dico muuu:-D

Oliver ha detto...

non so, quella foto sapeva di buoonnooooo ;D

mjaVale ha detto...

Interessante il resoconto dell'inconro a 360°, graze ;-)
Finalmente corri di nuovo, son contenta che stai un pò meglio!
Ciao Bella

rikyforyou ha detto...

come è andata a ghemme con il trail del monteregio? io sono riuscito a portare a termine i 52km in 6h e 19 min,arrivando 15esimo. Percorso bello ma impegnativo. Ci si vede a carpignano sabato 11 giugno in notturna,15km,ci siete?

Patty ha detto...

@Oliver: una bella lotta tra le 2 ma sicuramente tutte e 2 graditissime :-)))

@Riky: ottimo!
No non penso di esserci.