martedì 19 ottobre 2010

QUANDO LA GIORNATA SI PUO' DIRE PERFETTA......

Sono le 6:00 e mi sveglio devo leggere il post che attendo da un pò è la mia scarica adrenalinica per la giornata.............eccolo oh adesso si che si parte!!!!
Colazione e alle 7:15 Walter mi aspetta al bar qui vicino per un caffè e puntuali dopo 10' arrivano  Stefy e Jonny e si parte direzione Pogno per il 1° Trail del Lago d'Orta.

E' fresco e umido le nuvole basse non aiutano però non piove ( l'ha fatto tutto sabato) pertanto è bagnato e decido per le scarpe da trail, il resto sarà maglia maniche lunghe leggera, gilet rosso con taschino dietro ( dove metto fazzoletti, pastiglia enervit e chiavi auto) che Stefy mi presta e che sarà la mia forza in salita avendo un magico fluido di potenza delle "carroarmato Stefy's legs", guanti ( che non mollerò mai), booster ecc.
Alla partenza si respira un'aria di allegria e mai tesa come è solito in questi tipi di gare. Il tendone è ben allestito e facilmente ritiriamo pettorale e pacco gara ( ben fornito), caffè gratis.......e ritorno alla macchina per prepararci.
Poco dopo alla partenza della gara lunga Mika trepida per l'attesa e abbaia tirando Stefano per partire.
Loro vanno.........in bocca al lupo!

Sul ciglio della strada siamo tutti lì ognuno con la sua tenuta e si parla piacevolmente. Facciamo conoscenza con dei ragazzi di Rho (MI) alla loro prima esperienza trail :  i canisciolti. Scatto loro un paio di foto con Giovanni Storti che arriva sorridendo e ci dice: " adesso non cominciate a rompere"........... risata generale, tant'è che la foto la facciamo anche noi.
Walter è un pò agitato povero una pazza con le trecce bionde l'ha convinto a fare il suo primo trail e i suoi primi 21 km dopo qualche mese di poco allenamento...........ma l' "amica" Stefy non lo mollerà un attimo risparmiandosi per portarlo al traguardo distrutto ma sulla sue gambe: bravo amico mio e.......grande Stefy!
Dopo un consulto con il mio "IO" decido sul momento: faccio gara ovviamente con la dovuta considerazione x i miei problemini muscolari e per il tracciato del percorso che si pensava essere di 21 km circa con dsl +570/-562 .............. mentre il mio orologio segnerà ben altro:

..........apro una piccola parentesi non polemica ma solo tecnica e penso doverosa:
l'organizzazione di questo trail è stata fantastica  per vari motivi quali la zona partenza, la bellezza del percorso ben segnalato e, per chi non sapesse, la vernice usata per colorare il bosco era eco-compatibile, sparisce in un paio di giorni, per il ristoro, per i premi ecc.
ma sottolineare una imprecisione penso sia giusto:
martedì ho inviato una mail, per sottolineare la discordanza nei dati del dsl segnalati sul sito e sul depliant, e mi è stato gentilmente risposto, ringraziandomi, che il depliant era sbagliato mentre il sito giusto. Preso atto della cosa mi aspettavo un certo tipo di difficoltà.
Durante la gara mi è parso un pò troppo impegnativa ma ormai ci sei e vai e..........scaricando i dati del mio GPS ( con correttore elevation plugin) il dsl era praticamente quasi il doppio.
Penso che per qualcuno alla prima esperienza ( vedi amici di Rho) avrebbe potuto anche diventare pericoloso magari non abituati a pendenze del genere e trovandosi a dover affrontare una corsa ben più difficoltosa del previsto. Parentesi chiusa! 
Partenza 9:30 e subito poco dopo siamo già in salita per boschi, i soliti forsennati che partono a razzo e che non tardiamo a raggiungere. Giovanni Storti ( al quale ho ricordato di aver superato al Fenera lo scorso anno) dice: " io devo battere quella là!"..........sarei io :-))), vabbè se proprio vuoi finirti!!!
Lui è davanti per ora..............
Appena si sali mi raggiunge Antonella e superiamo in salita molti dei "forsennati"  e anche qualche donna. Fatico a starle dietro, in salita è sicuramente più forte, ma ci provo ma già a tratti io devo camminare. Anche i ragazzi di Rho sono con noi. Al primo ristoro lo vedo.........Giovanni, lo raggiungo e gli dico: "t'ho ciapà" e fuggo veloce da lui che non rivedrò più............sfida vinta!
Ancora sù tra corsetta e passo, l'Anto subito dietro con Bruno, i ragazzi lombardi e io che faccio strada????
.........mi tocca gridare ad ogni asperità che incontro perchè ho la visuale migliore, la discesa è bagnata, un pò di fango c'è e le foglie coprono sassi e buchi.
Sale sempre e arriviamo al Santuario della Madonna del Sasso, ma il grigiore della giornata non ci regala il bel parorama del Lago d'Orta. La salita si fa ancora più tosta.
(se il panorama fosse stato così.................)
Circa al 9° km si comincia anche a scendere e per un pò sento le gambe girare veloci e saltello per atterrare leggera sul terreno per non sollecitare le caviglie. Distacco il gruppetto e siamo rimasti in 2 abbiamo un leggero vantaggio.
Al 14° km si esce sull'asfalto in discesa e il passo aumenta ma non troppo, ad un incrocio incontriamo un gruppo di persone e un signore mi dice: " la terza è lì avanti vai a prenderla!"......... e rispondo: "con calma, con calma!!!!". Certa gente che non prova non può sapere, devo già pensare ad arrivare in fondo io......ci facciamo una risata e ripartiamo in salita. Di nuovo subito nel bosco.
I miei polpacci fino a qui reggono e corro ancora leggera qui il percorso e un su e giù.

Passiamo anche Pella altezza Lago che costeggiamo sul marciapiede eun pò su strada e subito ancora sentieri. Al 18°/19° km ancora abbastanza bene ma la stanchezza comincia a farsi sentire, le gambe danno le prime avvisaglie di rigidità ma..........mancano poco più di 2 km più o meno............ce la faccio, invece arrivati al 21° circa una sterzata a dx ci fa impennare su per un sentierino assurdo e la fatica in questo tratto è impossibile.

 Non riesco a spingere ( il mio compagno passa e và), le gambe non rispondono e si rifiutano di fare il loro dovere, porca paletta mi devo fermare ben 2 volte immobilizzata e non capisco se ce la farò a continuare ho i muscoletti appena sopra l'interno delle ginocchia "in fiamme", crampi sotto le dita dei piedi.............devastata!
Fortuna vuole che in quel punto si sente l'uomo all'arrivo che parla al megafono e lì a 20 mt. forse spiana.....finalmente!
Quando riprendo, non sò come, a correre le gambe le trascino con la testa e siamo a circa 22 km.......ma come non si arriva più!
La terza donna nonchè l'Angela, che avevo raggiunto, mi stacca e, se prima non avevo intenzione di prenderla, adesso ancora meno :-(((
Ai crampi già detti si aggiungono i polpacci che fanno un male allucinante e mi constringo a corricchiare pregando che passi un pò il male ma fino alla fine della discesa non c'è ragione. Finalmente l'asfalto e il piano, la situazione migliora leggermente ma riesco a correre al traguardo incitata dalle persone ( grazie Elena).............dopo 23,950 km. in 2h36'35" e mantenendo la mia 4° posizione!
Dopo poco arriva Antonella 5° classificata forse meno dolorante di me!
Subito dopo il "grande" Massimo Valsesia : 1° nel giro lungo che mi regala una foto con lui.......grazie!
Vado subito a cambiarmi, l'aria è fredda, in macchina sembro una zombi, ogni movimento provoca crampi ovunque, ci metto un secolo! Torno all'arrivo ad aspettare gli altri.
Arriva Jonny dopo 3h, Walter e Stefy dopo 3h29'.
Assalto all'ottimo e fornito ristoro: frutta, dolci, pizza, panini e bibite per ogni gusto.
Subito le premiazioni della "corta" e mi porto pure a casa: un bel ciclamino fuscia, miele, "fugascina" ( scusa Stefy!!!), cd musicale e................tanta felicità nel cuore che queste gare sono capaci di regalarmi più di ogni altra cosa e la giornata avrebbe potuto oltrepassare la perfezione se.......................non fosse mancata solo una cosa :-((
P.S. Grazie Barbarella per l'ottima (cuoca) cena...........


19 commenti:

Tosto ha detto...

posti meravigliosi a parte, non ti pensavo così competitiva, ammazzate.
Ma quel Giovani Storti ci ha provato?

Hal78 ha detto...

Brava Patty, ottima prova. Certo che sti percorsi affrontati in competizione ti spremono le gambe fino all'ultima goccia..

nino ha detto...

complimenti. ma dal mio punto di vista rimane il fatto che voi siete tutti un po' fuori come un balcone a fare 'ste cose. (è solo invidia perche ho paura che ginocchia e caviglie non capirebbero...)

Ciccò ha detto...

Alè Patty!
Mi dan da pensare i crampi sotto le dita dei piedi... ci sono muscoli sotto le dita dei piedi?
(titto merito delle tue mutande viola, vero?)

CANISCIOLTI ha detto...

Ciao Patty,
volevo solo avvisarti che nel ns ultimo articolo abbiamo aggiunto le pagelle (come facevamo molto tempo fa) e ti abbiamo dato una votazione a te e ai tuoi compagni/e di viaggio.

Kikko ha detto...

Che dura dev'essere stata continuare con il dolore ai polpacci,sei proprio tosta Patty lasciatelo dire...da oggi potrei chiamarti..."la donna della montagna":))

Luca "Ginko" ha detto...

Ma che bel racconto e ormai sei spesso in zona premi. Ormai chi ti ferma più!! peccato per questa gara l'avrei voluta fare ma avevo la mia mezza. Scarica ora!

Furio ha detto...

Per me leggere quel "t'ho ciapà" è come sentirtelo dire, mi hai fatto capottare! :-D
Brava iena, hai fatto pure l'accompagnatrice turistica delle colline attorno ad Orta!

insane ha detto...

Brava Patty,complimenti!

Pimpe ha detto...

ah ah ah .. dovevi aspettare Giovanni e dirgli superandolo: "MA VIEEEENIIII.. " .... ah ah
Tre uomini e una iena...!:-)))
sara' che sti trail vi riportano nei boschi ma tra Iene ,Orsi ,ecc me pare n'arca de Noe' ...
Grande MAX!;-)

Patty ha detto...

@Tosto: la iena Patty!!! No figurati con tutte quelle che può avere...........

@Hal: un vero massacro oggi sto benino ma ho un bel "gnocco" al polpaccio dx da sciogliere :-(((

@Nino: :-D e si sono un pò massacranti anche io non me ne permetto molte anche se mi piacerebbe......

Patty ha detto...

@Ciccò: un male allucinante! Si le "viola" erano presenti!!

@Canisciolti: vado a vedere :-))

@Kikko: durissima ..... si bello mi piace essere la "donna della montagna"!

@Luca: ti avviserò per le prossime e bravo ancora.

Patty ha detto...

@Furio: :-D
Si l'ho fatto senza sapere dove andare però.....:-)))

@Pimpe: stavolta tu hai fatto cappottare me :-DDD
non ci avevo pensato al "ma vieniii" e ......... viva le bestie dei boschi!!!!

Francarun ha detto...

Concordo con Pimpe dovevi farti una bella risata e dirgli appunto" Ma vieniiiiii !"" Grande patty soprattuto dopo aver avuto pure i crampi...

franchino ha detto...

Eh brava Patty! Chi ti ferma più, asfalto o trail sei sempre aggressiva e competitiva! un abbraccio, ciao!

Master Runners ha detto...

E si, da tutte queste belle parole si capisce che la giornata è stata perfetta! Che posti poi!
Complimenti Patty!
PS
I crampi sotto le dita dei piedi?

Filippo ha detto...

Bel racconto e brava come sempre, anzi di più :)
Nn vedo l'ora di chiudere questo anno troppo "stradale e immergermi di nuovo nel fuoristrada!

Alvin ha detto...

Eh si, i trail sono i trail, con quel "calma calma" mi hai fatto venire in mente quando una ad un km dall'arrivo della "camignada" mi fa: "dai forza dai, manca solo un km", e io: "signora non vede è -5 a mezzogiorno, e se arrivo a casa troppo presto, mi tocca preparar la tavola anche oggi!!

Brava Patty e complimenti per il 4° posto!

mjaVale ha detto...

alla faccia del dislivello! brava Patty!